Home

Benvenuto nel mio nuovo sito!

Mi chiamo Michele Savino. Sono nato a Modugno 66 anni fa, primogenito di Grazia e Giuseppe.

Sin da piccolo ho sempre respirato l’aria sana della vita di paese, educato a valori forti e lavoro duro. Mi sono diplomato, laureato e pure sposato. Sono padre di due figli, un maschio e una femmina, nonché nonno di tre splendidi nipotini (almeno per il momento): Michele, Fabrizio e Gemma.

Ho svolto diversi lavori, ho coltivato altrettanti hobby, ma soprattutto ho insegnato a generazioni di adolescenti: educazione fisica, educazione tecnica e, più recentemente, informatica.

Da giovane ho subito il fascino “rivoluzionario” della sinistra extraparlamentare ma anche il pragmatismo e concretezza della Balena Bianca. In età matura ho quasi sempre votato Partito Radicale, apprezzando lo spirito laico e libertario delle battaglie politiche e civili promosse dai propri leader. Principi solidi, di condivisione di idee ed esperienze, che ho ritrovato in un altro campo dello scibile umano: quello informatico dell’open source e del free software. Tematiche che, talvolta con un taglio più tecnico talaltra con un taglio più filosofico, ho avuto modo di affrontare sul giornale on line daBitonto nella rubrica “Il Pinguino Innamorato”, programma che adesso sto portando avanti anche a livello politico come attivista del Movimento Cinque Stelle di Bitonto che, come saprete, ha presentato una propria lista alle elezioni comunali dell’11 giugno.

Perché vi chiedo di votarmi?

Innanzitutto perché mi conoscete, perché sapete chi sono e come la penso. In secondo luogo perché condivido con tutti voi la necessità di dare voce alle istanze di legalità e di trasparenza che provengono da varie parti della società civile. Io, da parte mia e secondo le mie competenze, ci metterò tutto il mio impegno perché queste richieste non rimangano inascoltate. Un esempio? Se dovessi essere eletto come consigliere, di maggioranza o di minoranza non importa, mi batterò affinché anche il Comune s’impegni, a livello burocratico, nell’adottare tecnologie che favoriscano lo sviluppo di una disciplina di open government, cioè di “una dottrina in base alla quale la pubblica amministrazione dovrebbe essere aperta ai cittadini, tanto in termini di trasparenza quanto di partecipazione diretta al processo decisionale, anche attraverso il ricorso alle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione”. Collaborerò con tutti quei consiglieri che onestamente e liberamente si impegneranno per il bene della città e di tutti i cittadini prescindendo dagli interessi di parte e soprattutto privati.

Sognare è gratis!

Annunci

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: